logo sito

LA VIA CLAUDIA AUGUSTA ALTINATE

nella Valle del Senaiga - Lamon

11 dicembre 2016

La logica della conquista dei territori al di là delle Alpi ha portato le truppe romane di Druso a tracciare nel 15 a.C., utilizzando anche piste preesistenti, una via militare che prenderà poi il nome di Claudia Augusta dal figlio Claudio, imperatore , che la realizzò nel 46/47 d.C, per collegare l’area perilagunare e l’allora importante porto di Altino con i territori danubiani di Augsburg (Augusta Vindelicorum) in Baviera e facilitare in tal modo i rapporti ed i commerci con le diverse aree dell’impero.

Protostrada della moderna Europa, molto amata dai cicloturisti di lingua tedesca, il suo recupero è diventato strumento di promozione turistica e valorizzazione del territorio. Pur esistendo tuttora incertezze in alcuni punti del tracciato, gli studiosi sono pressochè concordi nel riconoscere l’originalità del percorso nella zona lamonese. Secondo Alpago Novello, scendendo dal Sovramontino, la Claudia Augusta attraversa il torrente Cismon poco oltre Ponte Serra per risalire poi a Lamon ai piedi del colle di San Pietro, ove sorgeva una fortificazione romana. Dopo una ripida discesa, la strada supera il torrente Stalena su un ponte di origine romana, recuperato poi nel Medio Evo, e da Rugna a Costa coincide con l'attuale strada carrozzabile. Da Costa a San Donato prosegue in val Senaiga sul fianco del monte assumento localmente il nome di via Pagana con chiaro rimando alla latinità. Attraversato poi il torrente Senaiga, essa raggiunge il Tesino con incertezze circa la risalita sull’altro versante della valle. Testimonianza di un insediamento romano, in località Piasentot, zona Crosere di San Donato, sono state scoperte circa un centinaio di tombe che datano dal I al IV secolo d.C. e che hanno restituito materiali che documentano i commerci e i rapporti che l'antica comunità del luogo intratteneva con la pianura ed il mondo alpino. Tali reperti sono esposti al Museo archeologico di Lamon che testimonia così 2000 anni di storia.

Qui puoi scaricare il programma completo dell'uscita in formato PDF
logo CAI
logo TAM
logo ARCAM
logo GIOVANE MONTAGNE

per le iscrizioni puoi chiamare il 348 1800969 (ore serali)

o inviare una mail a: iscrizioni@viverelambiente.it

per ISCRIVERSI ALLA MAILING LIST e per qualsiasi informazione invia una mail a: info@viverelambiente.it

webmaster: Matilde CONSALES & Marco ZAMPIVA